Università degli studi dell'Insubria

GLOBAL ENTREPRENEURSHIP ECONOMICS AND MANAGEMENT

Academyc Year 2017/2018
Second cycle degree in GLOBAL ENTREPRENEURSHIP ECONOMICS AND MANAGEMENT

LM-77 - Management
Place of teaching: Varese - Monte Generoso
Coordinator - President: ONETTI ALBERTO

funzione in un contesto di lavoro:
competenze associate alla funzione:
sbocchi professionali:
funzione in un contesto di lavoro:
competenze associate alla funzione:
sbocchi professionali:
funzione in un contesto di lavoro:
competenze associate alla funzione:
sbocchi professionali:

Il corso prepara alla professione di (codifiche ISTAT): testo - inglese: 
  • Specialisti della gestione nella Pubblica Amministrazione - 2.5.1.1.1
  • Specialisti della gestione e del controllo nelle imprese private - 2.5.1.2.0
  • Specialisti in risorse umane - 2.5.1.3.1
  • Specialisti dell’organizzazione del lavoro - 2.5.1.3.2
  • Specialisti in contabilità - 2.5.1.4.1
  • Specialisti nell’acquisizione di beni e servizi - 2.5.1.5.1
  • Specialisti nella commercializzazione di beni e servizi (escluso il settore ICT) - 2.5.1.5.2
  • Analisti di mercato - 2.5.1.5.4
  • Specialisti dei sistemi economici - 2.5.3.1.1
  • Specialisti dell'economia aziendale - 2.5.3.1.2
  • Ricercatori e tecnici laureati nelle scienze economiche e statistiche - 2.6.2.6.0
Making Judgements: 

Nei due anni in cui il percorso formativo è articolato, ed in particolare nell'ambito di diversi insegnamenti caratterizzanti, sono previsti dei momenti di lavoro di gruppo e di "autonoma - riflessione" in cui gli studenti saranno chiamati ad affrontare e risolvere casi aziendali reali (con problematiche di volta in volta differenti) applicando gli strumenti manageriali specialistici più opportuni o interpretare fenomeni economici complessi tramite l’utilizzo di metodologie quali-quantitative. Gli studenti saranno chiamati, oltre ad analizzare problematiche complesse, anche a formulare in autonomia giudizi critici a partire da informazioni spesso limitate o incomplete e a sviluppare riflessioni anche di natura etica o con ricadute sulla collettività. La stessa discussione in aula dei risultati a cui ciascun gruppo e/o individuo è pervenuto rappresenterà un momento di confronto e di dibattito molto importante per gli studenti e per i docenti che avranno a disposizione un'occasione per la valutazione della capacità interpretativa e autonomia di giudizio/analisi degli studenti stessi. Un altro momento centrale del percorso formativo dello studente è rappresentato dalla elaborazione e discussione della prova finale in cui lo stesso sarà chiamato ad esprimersi con giudizio critico su un argomento scelto e concordato con uno dei docenti del percorso di laurea. L'importanza che in questo corso riveste la capacità espressiva e di autonomia di giudizio maturata dallo studente è ampiamente manifestata dal congruo numero di crediti formativi assegnati alla prova finale.
La possibilità di stage in aziende ed organizzazioni economiche e il confronto con le stesse durante il percorso di studi consentirà inoltre di fare un primo assessment delle proprie capacità e delle competenze richieste dal mercato del lavoro.

Communication skills: 

Gli studenti e quindi i laureati di questo corso di studi devono essere in grado di comunicare a interlocutori - specialisti e non - il proprio profilo professionale, le proprie idee, il proprio personale approccio alle problematiche di gestione aziendale e di fenomeni economici complessi con chiarezza espositiva e proprietà di linguaggio in una e più lingue dell'Unione Europea. Elemento portante della progettazione di questo corso di laurea è infatti l’erogazione degli insegnamenti in lingua inglese. Si ritiene, inoltre, che in un mondo caratterizzato da crescente globalizzazione dove la dimensione attuale dei fenomeni competitivi è sempre più basata sul binomio locale-globale, le occasioni strutturate di contatto tra gli studenti e la realtà industriale sia della regione insubrica sia di altre regioni italiane e altri paesi, rappresentino un ingrediente importante del percorso formativo. Riteniamo pertanto che una migliore conoscenza del linguaggio economico-aziendale anche in lingua inglese non possa che facilitare l'approccio in una ottica "globale/internazionale" a tali problematiche nonché facilitare l'ingresso dello studente nel mondo del lavoro, dove la perfetta conoscenza della lingua inglese rappresenta sempre più una caratteristica base richiesta ai neo-laureati. Per favorire questa "apertura mentale" al processo di internazionalizzazione delle imprese e delle economie nazionali viene offerta allo studente la possibilità di acquisire una laurea con doppio titolo, tramite il suddetto accordo con l’Università tedesca di Jena (e altri in fase di definizione) e l'opportunità di soggiorni all'estero (Erasmus e partnership bilaterali) presso università - europee e non - con le quali l'Ateneo ha sviluppato/svilupperà accordi di scambio. La presenza in aula di studenti stranieri stimolerà inoltre l'utilizzo di lingue diverse dall'italiano e la esposizione di modelli culturali differenti.
Si ritiene, inoltre, di dover stimolare le abilità comunicative degli studenti attraverso la sollecitazione ad una partecipazione attiva degli stessi alle lezioni in aula e in occasione di workshop, seminari e labs predisposti nell'ambito dei corsi progettati. Lo sviluppo delle abilità comunicative troverà giovamento dallo svolgimento di lavori di gruppo o individuali che verranno successivamente presentati in aula anche attraverso l'utilizzo di supporti grafici, quali presentazioni in power point e simili. Si ritiene, altresì, di poter verificare tali abilità comunicative con il superamento delle diverse prove di verifica predisposte al termine di ciascun insegnamento, nonché nell'elaborazione della prova finale.
La possibilità di stage in aziende, organizzazioni economiche pubbliche e private o in-house consentirà inoltre di fare esperienza con i linguaggi e contesti di lavoro durante il percorso di studi.

Learning skills: 

Gli studenti giunti al termine del percorso formativo devono aver acquisito capacità di apprendimento tali da consentire loro di collocarsi nell’ambito lavorativo in posizione di leadership o di continuare a studiare in modo autonomo. Nel valutare la capacità di apprendimento che gli studenti hanno sviluppato nel corso degli insegnamenti attivati (in tutti gli ambiti) ci si propone implicitamente di valutare anche la loro capacità di analisi in modo autonomo e critico. Tale valutazione avrà luogo al termine di ciascun corso progettato attraverso prove di verifica in cui verrà valutata la comprensione dimostrata dallo studente del materiale formativo di volta in volta previsto ai fini dell'esame finale e delle letture consigliate per approfondimenti tecnici.
Riteniamo in particolare che lo stimolo ad approfondire le tematiche trattate durante il percorso di studi universitari possa poi accompagnare lo studente anche nella sua vita lavorativa. Riteniamo che la capacità di ricerca della soluzione delle diverse problematiche connesse alla quotidiana gestione aziendale o all’interpretazione di fenomeni economici non possa che derivare dall'attitudine alla ricerca e all'approfondimento sviluppata durante il percorso formativo universitario e soprattutto grazie all'interdisciplinarietà prevista dal percorso stesso.

La prova finale della laurea magistrale consiste nella discussione dell'elaborato in presenza di una commissione composta da almeno 7 docenti e presieduta da un Professore di prima fascia di ruolo nel Dipartimento. La tesi di laurea sarà redatta e discussa in inglese. All'interno di tale Commissione il Direttore individua, per ogni studente, un Correlatore.
La tesi può essere chiesta a qualsiasi docente o ricercatore del Dipartimento, nell'ambito del Piano di studi seguito e degli insegnamenti attivati. L'argomento viene concordato tra relatore e candidato. Qualora lo studente si rivolga ad un Docente di un insegnamento non previsto nel Piano di studi, può presentare una richiesta alla Commissione Paritetica che verifica la coerenza didattica tra la prova finale proposta e il piano di studi. Per gli studenti che opteranno per il percorso formativo che porta alla laurea con doppio titolo, tramite la permanenza per un anno accademico intero presso l’Università partner, sarà possibile anche svolgere la tesi con un docente di tale Università.